History

Ma perché in anni di frenetica esasperazione tecnologica in tutti i campi, non ultimo quello musicale, ci sono ancora musicisti che invece di ricercare nuove elaborate sonorità sentono la necessità di rivivere sensazioni che solo la vera musica rock, creata da “geni della musica” oltre 40 anni fa, riesce a trasmettere?

La risposta è molto semplice: i suoni degli strumenti di quell’epoca, per chi ascolta oggi un brano di allora, sono rimasti inalterati. Suoni puri che resteranno eterni.

Ecco perché 5 musicisti triestini, che per anni hanno suonato separatamente in Italia ed all’estero maturando esperienze delle più varie, in un giorno d’agosto del 2013 scoprono di possedere un desiderio comune: riproporre fedelmente la musica dei DEEP PURPLE, il gruppo inglese che ha segnato indelebilmente il mondo del Rock. I Deep Purple riuscivano, e ci riescono tutt’oggi ad ogni concerto, a creare un’atmosfera unica, vuoi per il talento dei musicisti, vuoi per l’energia che scaturisce dall’insieme del gruppo.

Diego Gregoretti alla chitarra, Silvio Vouk all’organo Hammond, Michele Manfredi alla batteria, Paolo Zaverl al basso e la voce di Stefano Mazzella ad amalgamare questo ensemble, i MEN IN ROCK fanno rivivere, umilmente, le emozioni che si provano ascoltando un disco dei Deep Purple. Un obiettivo ambizioso, ma supportato dalla preparazione individuale dei singoli musicisti. E come i loro idoli allora, hanno una ben precisa finalità: “Essere unici nel genere Rock”. E stupire ad ogni concerto.